Area Privata



    mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
    mod_vvisit_counterToday12
    mod_vvisit_counterYesterday166
    mod_vvisit_counterThis week994
    mod_vvisit_counterLast week1235
    mod_vvisit_counterThis month2393
    mod_vvisit_counterLast month5578
    mod_vvisit_counterAll days243992

    Online (20 minutes ago): 5
    Your IP: 3.80.85.76
    ,
    Today: Dic 15, 2018

     

     

    I tre giorni della merla, il 29, 30 e 31 di gennaio, nascono da una tradizione che viene da lontano e che li vuole come i tre giorni più freddi dell’inverno.

    Narra la leggenda che tanto tempo fa Gennaio aveva trenta giorni. Un anno, verso la fine del mese, sbucò dalle nubi un bel sole caldo ed una giovane merla, facendosi beffe del mese, fece uscire dal nido i suoi piccoli. Non contenta, canzonò il povero Gennaio con queste parole: Zenèr, Zeneròt, m'encàla mia de tè, perchè g'ò föra i mè merlòcc.

    Offeso, Gennaio lanciò la sua offensiva: per due giorni scatenò un gran freddo e, non contento, ne chiese anche in prestito uno a Febbraio.

    Quegli ultimi tre giorni di Gennaio furono freddi, tanto freddi che la merla, che allora aveva le piume bianche, intirizzita e preoccupata per i suoi figlioletti, non trovò di meglio che andare a posarsi su un camino.

    Ci stette tutti i tre giorni, perché il gelo le impediva persino di volare...

    Poi arrivò finalmente Febbraio ed il sole riuscì a ridare vita e speranza.

    Merla e figlioletti poterono stirarsi, riaprire le ali e volare. I tre giorni sul camino però avevano prodotto una profonda trasformazione nel piumaggio, divenuto nero per la fuliggine... Nero, senza rimedio.

    Da allora i merli nacquero tutti neri.

    UN'ALTRA STORIA...

    Alternetivamente si narra la leggenda che attribuisce a Cornelio Mrula, sacerdote di Giove, la riforma del calendario per incarico di Cesare.  Egli avrebbe tolto tre giorni a Febbraio e li avrebbe uniti a Gennaio: poi giorni di "Mrula" sono col tempo diventati i giorni della "merla".

    NOTA! Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. Per informazioni, si veda l’informativa cookie, cliccando sulla dicitura "PRIVACY POLICY" To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

    I accept cookies from this site.

    EU Cookie Directive Module Information