Area Privata



    mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
    mod_vvisit_counterToday87
    mod_vvisit_counterYesterday56
    mod_vvisit_counterThis week303
    mod_vvisit_counterLast week904
    mod_vvisit_counterThis month3011
    mod_vvisit_counterLast month4589
    mod_vvisit_counterAll days597295

    Online (20 minutes ago): 3
    Your IP: 44.201.97.224
    ,
    Today: Apr 24, 2024

    HOME ROMA

     

    L'Altare della Patria

     

    L'ALTARE DELLA PATRIA


    L'altare della Patria è solo una porzione del complesso, nata da un'idea del 1906. Il concorso venne vinto dallo scultore bresciano Angelo Zanelli.

    Il nome "Il Vittoriano" deriva da Vittorio Emanuele II, il primo re d'Italia. Alla sua morte, nel 1878, fu deciso di innalzare un monumento che celebrasse il Padre della Patria e con lui l'intera stagione risorgimentale.

    Il Vittoriano doveva essere uno spazio aperto ai cittadini. Il complesso monumentale venne inaugurato da Vittorio Emanuele III il 4 giugno 1911.
    Fu il momento culminante dell'Esposizione Internazionale che celebrava i cinquanta anni dell'Italia unita.

    Nel complesso monumentale, sotto la statua della Dea Roma, è stata tumulata, il 4 novembre del 1921, la salma del Milite Ignoto, in memoria dei tanti militari caduti in guerra e di cui non si conosce il nome o il luogo di sepoltura.


    L’edicola al centro dell’Altare della Patria con la statua della dea Roma e la Tomba del Milite Ignoto.



    BASSORILIEVO DI SINISTRA:

    L'industria: dalla lunga trave, sorretta dall'homo faber, pende la pesante incudine. Una mano femminile poggia sull'incudine una corona di quercia, simbolo della forza. Il genio alato del Lavoro, poggiandosi sulla fatica umana, sta per salire vittorioso sul grande aratro trionfale. L'agricoltura: allevamento, mietitura, vendemmia e irrigazione.


    BASSORILIEVO DI DESTRA:

    Tre figure femminili offrono a Roma corone onorarie, seguite dai labari, le insegne delle legioni. Sulla biga trionfale stanno il genio vittorioso dell'Amore di Patria e l'Eroe, appoggiato alla grande spada dei Titani. Due donne tengono in mano il suo mantello. Anche in questo ciclo troviamo il motivo della lunga trave, dalla quale pende il braciere del fuoco sacro.

     

     

    HOME ROMA

    NOTA! Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. Per informazioni, si veda l’informativa cookie, cliccando sulla dicitura "PRIVACY POLICY" To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

    I accept cookies from this site.

    EU Cookie Directive Module Information