Area Privata



    mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
    mod_vvisit_counterToday87
    mod_vvisit_counterYesterday182
    mod_vvisit_counterThis week405
    mod_vvisit_counterLast week1024
    mod_vvisit_counterThis month3136
    mod_vvisit_counterLast month5676
    mod_vvisit_counterAll days463863

    Online (20 minutes ago): 1
    Your IP: 35.153.100.128
    ,
    Today: Gen 18, 2022

    HOME CUBA

     

     

    Il 23 luglio del 2006 siamo partiti da Malpensa alla volta di Cuba...

    Ci vollero dieci interminabili ore di volo per raggiungere l'isola, ed uno scalo tecnico a Santiago de Cuba allungò di un ora il tempo necessario per raggiungere la meta finale: l'Avana.

    Scesi all'aeroporto dell'Avana un vento caldo ed umido ci avvolse completamente, fin quasi a toglierci il respiro... …Erano le 23.00 ora di Cuba (05.00 del mattino in Italia) e ci stupimmo un po' che un vento così caldo soffiasse ancora a quell'ora della sera... In seguito, con non poco stupore, ci accorgemmo che in realtà soffiava continuamente, senza tregua, dall'alba al tramonto, a qualsiasi ora del giorno e della notte...

    Trovata la guida scoprimmo con piacere che il gruppo del tour che avevamo scelto era composto soltanto da noi due... Un vero e proprio colpo di fortuna che ci permise di girare tranquillamente per Cuba in taxi, con guida ed autista personali, e di entrare in luoghi in cui un gruppo di persone non sarebbe potuto entrare. Pare che la maggior parte delle persone vada a Cuba per stare sulla spiaggia...

    Ci accompagnarono subito in hotel, l'Avana era immersa nel buio della sera e per la strada non si vedevano che gruppi di ragazzi chiacchierare fuori dai locali o sul lungo mare, il Malecòn. L'aria calda aveva assunto un odore forte e cattivo: le vecchie auto, veri e propri pezzi da museo che circolano per le strade dell'Avana, non sono proprio tra le auto più ecologiche che ci siano...

     

    L'AVANA

    L'Avana, capitale dell'isola, il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio culturale dell'umanità nel 1982, è chiaramente una tappa obbligatoria per chiunque voglia conoscere Cuba.

    Mai credere a chi sostiene con superficialità che l'Avana si visita tranquillamente in un giorno... Non basterebbe una settimana... Noi siamo stati 5 giorni, ma essendo il nostro albergo troppo fuori dalla città non è stato possibile vedere tutto.

    L'Avana è divisa in tre parti: L'Avana Vieja, il Centro Avana, meno turistico e forse un po' meno sicuro, e l'Avana Moderna.

    La parte più caratteristica, secondo me, è l'Avana Vieja: un insieme vie traboccanti di gente, musica e negozi.

    AVANA VIEJA

    Dopo secoli di abbandono è adesso in atto un'opera di restauro della città, infatti non mancano i cantieri.

    Il modo migliore di muoversi per l'Avana è in taxi o in cocotaxi, sicuramente più suggestivo il cocotaxi, ma non sempre più economico. Il consiglio è di contrattare… Sempre!! Non mancano poi i calessi o i risciò, ma per girare il centro della Avana Vieja è molto meglio spostarsi a piedi.

    Da non perdere è la Catedral de San Cristóbal, considerata tra le più belle del continente americano.

    Nell'Avana Vieja, si trovano anche la Bodeguita del Medio, locale molto amato da Hemingway, in cui il famoso scrittore amava bere il mojito, ed il Floridita, in cui preferiva degustare il daiquiri. Da vedere anche la Plaza de San Francisco , vicino alla quale si trova anche il Museo del Ron dell'Avana Club .

    … In ogni angolo una sorpresa da scoprire.

     

    AVANA MODERNA E CENTRO AVANA

    Tra gli edifici più belli ed imponenti dell'Avana, situato in un'area appena fuori delle antiche mura della città, troviamo il Capitolio, imitazione del Campidoglio di Washington, inaugurato nel 1929 dal dittatore Gerardo Machado. Sede del Parlamento fino al 1959 oggi ospita il Ministero della Scienza, Tecnologia ed Ambiente.

    Vicino al Capitolio, raggiungibile tranquillamente a piedi, si trova il Museo de la Revolución, simbolicamente ambientato nell'ex palazzo presidenziale del dittatore Fulgencio Batista.

    Molto bello pare sia anche il Museo delle Belle Arti, ma noi non l'abbiamo visto.

    Una luogo particolarmente attraente per il suo valore storico e simbolico, da non perdere per nessun motivo, è la Plaza de la Revolución : una piazza enorme, adatta a richiamare grandi folle, in cui il Leader Maximo Fidel Castro, ai piedi del grande obelisco, vicino alla statua di Josè Martì, tiene regolarmente i suoi discorsi, e su cui veglia dal 1955, illuminata dal sole di giorno e dalla luce artificiale di notte, la sagoma in bronzo del volto del Comandante Ernesto Che Guevara.

     

    MIRAMAR E LA QUINTA AVENIDA

    Importante è parlare anche del quartiere di Miramar , il più aristocratico della città. La Quinta Avenida , la strada più elegante dell'Avana, in cui hanno sede la maggior parte delle ambasciate straniere, lo attraversa completamente. In questa zona si trova l'Acquario Nazionale, da noi visitato, ed il famoso Tropicana , il più famoso cabaret di Cuba e del mondo intero, in cui si sono esibiti i migliori musicisti del ‘900.

    Questi sono solo alcune delle meraviglie dell'Avana da scoprire assolutamente, insieme a mille altre, con l'aiuto di una buona guida.

    HOME CUBA

    NOTA! Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. Per informazioni, si veda l’informativa cookie, cliccando sulla dicitura "PRIVACY POLICY" To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

    I accept cookies from this site.

    EU Cookie Directive Module Information