Area Privata



    mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
    mod_vvisit_counterToday12
    mod_vvisit_counterYesterday166
    mod_vvisit_counterThis week994
    mod_vvisit_counterLast week1235
    mod_vvisit_counterThis month2393
    mod_vvisit_counterLast month5578
    mod_vvisit_counterAll days243992

    Online (20 minutes ago): 5
    Your IP: 3.80.85.76
    ,
    Today: Dic 15, 2018



    Un viaggio nella Cristianità del Portogallo...

     

    Il nostro viaggio in Portogallo inizia il 4 agosto del 2009. Dopo poco più di due ore di volo siamo atterrati all’aeroporto di Lisbon dove, per la prima volta, abbiamo preso un auto a noleggio. Abbiamo gironzolato per il Portogallo soli soletti ed abbiamo percorso circa 1500 Km in otto giorni arrivando fino alla cittadina di Braga, il punto più a nord da noi toccato in Portogallo.

    L’esperienza dell’auto presa a nolo non è stata completamente negativa, abbiamo infatti molto apprezzato la totale indipendenza che offre questo tipo di vacanza itinerante, anche se al ritorno i signori dell’autonoleggio “Jardim”, autonoleggio presente nell’aeroporto di Lisbona, hanno cercato di farci pagare il danno ad un copertone già rovinato al momento della partenza. Purtroppo il controllo dell’auto alla partenza viene fatto in un parcheggio non molto illuminato e tante cose facilmente possono sfuggire, ma un urlo deciso di Andrea è stato sufficiente a convincere la biondina dell’autonoleggio che il danno non era stato provocato da noi. Altra nota dolente per l'autonoleggio è stata la mancanza di puntualità: più volte dall’Italia, al momento della prenotazione dell’auto, avevamo sottolineato la necessità di riconsegnare il veicolo non più tardi delle 05.45 del mattino e nonostante ci avessero garantito la presenza di un operatore nessuno si è fatto vivo fino alle 06.10. Chiaramente poi, con le discussioni intraprese per il copertone e la procedura di riconsegna dell'auto, in aeroporto abbiamo dovuto correre non poco.


    I Portoghesi sono persone molto cortesi… Se non sono al volante… Il Portogallo sembra essere il paese europeo con il maggio numero di incidenti stradali, infatti, come un Portoghese si siede al volante, si trasforma incredibilmente in un mostro della strada.


    L’inglese non è molto diffuso, ma è sufficiente conoscerlo a livello scolastico poichè con un po’ di Italiano, di Spagnolo e qualche gesto ci si intende bene ugualmente.


    La cucina è buona: ordinando un piatto di pesce o  di carne si ha generalmente anche il contorno, costituito da patatine fritte, riso ed insalata. Il pesce è ottimo.
    Attenzione: in Portogallo si paga il pane, solitamente 0.40 € a pagnotta, ed i piattini che si trovano sul tavolo, generalmente formaggi ed olive, sono i loro antipasti che si pagano solo se consumati. Talvolta nello scontrino si può trovare anche la voce "servizio veranda".

    Santuario di Bom Jesus do Monte

    Tomar - il Convento di Cristo

    Fatima

    Centrali Eoliche

    NOTA! Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. Per informazioni, si veda l’informativa cookie, cliccando sulla dicitura "PRIVACY POLICY" To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

    I accept cookies from this site.

    EU Cookie Directive Module Information